Nome e Cognome di chi ha realizzato l’ausilio: Angelo Dall’Ara.

Disabilità della persona che utilizza l’ausilio: Paraplegia incompleta

Finalità dell’ausilio: Realizzare stampelle maggiormente sicure a prezzo accessibile.

Risultati e caratteristiche: Le stampelle ricurve sono realizzate in modo che l’asta di appoggio sia il più possibile perpendicolare alla superficie di appoggio, nel momento in cui il braccio porta avanti la stampella e il corpo vi viene
caricato per fare il passo in avanti. Nella fabbricazione della stampella è stato abbastanza facile inserire un magnete nell’impugnatura che consente di fissare tra loro le due stampelle quando vengono appoggiate da qualche parte, oppure di fissarle ad una superficie metallica ferrosa (vedi foto): è esperienza comune la difficoltà ad appoggiare le stampelle da qualche parte senza che cadono a terra con estrema facilità.

Problemi: I problemi nella realizzazione sono molti e complessi perché è richiesta la saldatura di parti in alluminio e la piegatura di tubo in alluminio senza causare ammaccature che indebolirebbero la struttura del tubo.

Note tecniche: I materiali utilizzati sono un tubo di alluminio di diverse sezioni, una coppia di particolari in materiale plastico per l’alloggiamento del magnete, nastro telato per ricoprire l’impugnatura, una coppia di appoggi antibrachiali, una coppia di tappi in gomma per stampelle, 2 pezzetti di spugna dello spessore di 3-5 mm. Costo totale dei componenti è meno di 50 euro e per produrre il tutto ci vogliono almeno 3 giorni lavorativi.

Nome e Cognome di chi ha realizzato l’ausilio: Modestino e Paola De Angelis.

Disabilità della persona che utilizza l’ausilio: Tetraparesi

Finalità dell’ausilio: Raggiungere un discreto livello di autonomia.

Risultati e caratteristiche: L’ausilio si presta ad una semplice operazione di montaggio e di utilizzo anche da parte di persone con tetraplegia e tetraparesi. E’ stato concepito in modo tale da consentire, a chi lo utilizza, di poter viaggiare in maniera autonoma ed efficace anche nel caso in cui, arrivati a destinazione, si dovesse accorgere di non avere a disposizione il supporto più adatto alle nostre esigenze, senza bisogno di dover necessariamente ricorrere all’aiuto di terze persone che offrono un servizio assistenza durante il soggiorno.

Problemi: Nessuno in particolare.

Note tecniche: L’ausilio è composto da tubolari in ferro, di facile incastro, con uno spessore da 3/4 pollice. Una volta assemblato raggiunge una lunghezza massima di 80 cm e un peso di 6 kg, è facilmente trasportabile. Inoltre, è possibile utilizzare ventose intercambiabili che attecchiscano su piastrelle preferibilmente da 20X20 o superfici particolari come il parquet in legno.

Nome e Cognome di chi ha realizzato l’ausilio: Modestino e Paola De Angelis.

Disabilità della persona che utilizza l’ausilio: Tetraparesi

Finalità dell’ausilio: Raggiungere un discreto livello di autonomia.

Risultati e caratteristiche: L’ausilio fornisce un punto d’appoggio alla persona, finalizzato ad agevolare il più possibile le operazioni di passaggio della carrozzina al letto e viceversa.

Problemi: Nessuno in particolare.

Note tecniche: L’ausilio è un maniglione d’acciaio vuoto, con uno spessore pari ad un pollice 1/2 ed è fissato a muro mediante piastra in ferro, supportata da tasselli. Il costo è di 80 euro circa.

Nome e Cognome di chi ha realizzato l’ausilio: Giacomo Murari Brà.

Disabilità della persona che utilizza l’ausilio: Paraplegia

Finalità dell’ausilio: Caricare e scaricare una carrozzina dal baule senza che cadano tutte le valigie o qualsiasi altra cosa che ci possa essere.

Risultati e caratteristiche: Semplice, economico, duraturo. L’ausilio delle foto ha circa 10 anni.

Problemi: Nessuno in particolare.

Note tecniche: I materiali illustrati sono il legno multistrato e angolare, viti colore nero. Il costo del materiale è di 40 euro circa e il tempo lavorativo di 1 giorno.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Nome e Cognome di chi ha realizzato l’ausilio: Marina Boselli.

Disabilità della persona che utilizza l’ausilio: Tetraplegia

Finalità dell’ausilio: Facilitare e agevolare la vita.

Risultati e caratteristiche: Stabilizzano e danno la sensazione di più sicurezza.

Problemi: Nessuno in particolare.

Note tecniche: Il materiale utilizzato è una felpa e il costo è a discrezione propria, in base alla felpa scelta.

Nome e Cognome di chi ha realizzato l’ausilio: Marina Boselli.

Disabilità della persona che utilizza l’ausilio: Tetraplegia

Finalità dell’ausilio: Facilitare e agevolare la vita.

Risultati e caratteristiche: Estremamente comoda, versatilissima.

Problemi: Nessuno in particolare.

Note tecniche: Il materiale utilizzato è una felpa e il costo è a discrezione propria, in base alla felpa scelta

Nome e Cognome di chi ha realizzato l’ausilio: Marina Boselli.

Disabilità della persona che utilizza l’ausilio: Tetraplegia

Finalità dell’ausilio: Facilitare e agevolare la vita.

Risultati e caratteristiche: Estremamente comoda, versatilissima.

Problemi: Nessuno in particolare.

Note tecniche: Il materiale utilizzato è una felpa e il costo è a discrezione propria, in base alla felpa scelta.

Nome e Cognome di chi ha realizzato l’ausilio: Claudio De Iaco

Disabilità della persona che utilizza l’ausilio: Paraplegia

Finalità dell’ausilio: E’ stato ideato come tavolo da lavoro per pasta fatta in casa, pane, dolci, base di appoggio per preparazioni varie.

Risultati e caratteristiche: Utile e indispensabile per l’indipendenza per persone con disabilità.
Non è ingombrante perché si chiude una volta usato su una parete, può essere utilizzato da qualsiasi persona con disabilità perché è esente da qualsiasi barriera architettonica. Le misure dell’ausilio sono: da chiuso 12 cm; da aperta: 60 cm di profondità, 64 cm di altezza. Variabile in relazione alle esigenze, piede estraibile per consentire gli spostamenti.

Problemi: Nessuno in particolare.

Note tecniche: Il materiale utilizzato è legno multistrato, colla e cerniere. Il costo di tutto il materiale è di 50 euro circa e il tempo lavorativo è di 2-3 ore.

Nome e Cognome di chi ha realizzato l’ausilio: Claudio De Iaco

Disabilità della persona che utilizza l’ausilio: Paraplegia

Finalità dell’ausilio: Poter piegare e/o stirare dopo aver ritirato i panni asciugati

Risultati e caratteristiche: I risultati sono stati utili per rendere indipendente la persona con disabilità che usa l’asse da stiro. E’ stato creato ad altezza idonea da poterlo usare da persona con disabilità non necessariamente in carrozzina, perché lo stesso per la sua altezza può essere usato anche da seduti. L’altezza si può variare in base alle esigenze. Le misure dell’ausilio sono: larghezza da aperto 152 cm, piano da stiro 135 cm, profondità 50 cm, altezza 72 cm e larghezza da chiuso 66 cm.

Problemi: Nessuno in particolare.

Note tecniche: I materiali utilizzati sono legno multistrato, colla, cerniere, guide scorrevoli, ruote per lo spostamento. Il costo di tutto il materiale è di circa 150 euro e il tempo lavorativo è di 1 giorno.

Nome e Cognome di chi ha realizzato l’ausilio: Angelo Dall’Ara.

Disabilità della persona che utilizza l’ausilio: Paraplegia incompleta.

Finalità dell’ausilio: Portare acqua al WC in mancanza di adattamento del bagno (quando si è in viaggio, quando si è in una casa diversa dalla propria, quando il WC non è equipaggiato con miscelatore).

Risultati e caratteristiche: Per una persona con lesione al midollo spinale diventa possibile e sicuro utilizzare un WC non equipaggiato di miscelatore. Rende possibile viaggiare ed utilizzare qualsiasi bagno. Ingombro per il trasporto
limitato, costo basso e possibilità di adattamento del proprio bagno a bassissimo costo in alcune condizioni (si elimina il costo del miscelatore e dell’idraulico).

Problemi: Nessuno in particolare.

Note tecniche: I materiali utilizzati sono un adattatore in gomma, un adattatore in plastica, tubo in gomma e un eventuale adattatore in metallo con tubo flessibile da doccia e “doccino” con rubinetto a leva e chiave per il montaggio. Per i soli adattamenti per il viaggio e generalmente fuori casa, il costo totale dei componenti dell’ausilio è di 40 euro al massimo e il tempo per produrlo è all’incirca mezza giornata (il tempo necessario per reperire i pezzi e collegare il tubo agli adattatori).